Piano di Didattica Digitale Integrata – Aggiornamento marzo 2021


Piano Nazionale Scuola Digitale in sintesi.

Il Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD) è il documento di indirizzo del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per il lancio di una strategia complessiva di innovazione della scuola italiana per un nuovo posizionamento del suo sistema educativo nell’era digitale.

È un pilastro fondamentale della Legge 107/2015 che persegue l’innovazione del sistema scolastico e le opportunità dell’educazione digitale.

Il Piano è strutturato su quattro nuclei fondamentali: STRUMENTI, COMPETENZE E CONTENUTI, FORMAZIONE, ACCOMPAGNAMENTO

  1. STRUMENTI: sono le condizioni che abilitano le opportunità della società dell’informazione e mettono le scuole nelle condizioni di praticarle (accesso, qualità degli spazi e degli ambienti di apprendimento, identità digitale e amministrazione digitale)
  • ACCESSO: favorire l’accesso e la connessione attraverso fibra ottica, connettività e cablaggio interno delle scuole.
  • SPAZI E AMBIENTI PER L’APPRENDIMENTO: coniugare la crescente disponibilità di tecnologie a competenze abilitanti. Creare ambienti di apprendimento che facilitino apprendimenti attivi e laboratoriali. Sviluppare nuovi modelli di interazione didattica che utilizzino la tecnologia.
  • AMMINISTRAZIONE DIGITALE: gestione dell’organizzazione scolastica e rafforzamento di servizi digitali innovativi sul territorio
  • IDENTITA’ DIGITALE: dare un profilo digitale ad ogni persona della scuola.
  1. COMPETENZE DEGLI STUDENTI: rafforzare le competenze relative alla comprensione e alla produzione di contenuti complessi e articolati, anche all’interno dell’universo comunicativo digitale; lavorare sull’alfabetizzazione informativa e digitale; mettere al centro il ruolo dell’informazione e dei dati nello sviluppo di una società interconnessa basata sulle conoscenze e sull’informazione; costruire rapporti tra creatività digitale e artigianato, tra imprenditorialità digitale, manifattura e lavoro; introdurre al pensiero logico e computazionale e familiarizzare con gli aspetti operativi delle tecnologie informatiche; portare ad essere utenti consapevoli di ambienti e strumenti digitali, ma anche produttori, creatori, progettisti. I docenti in questo processo sono facilitatori di percorsi didattici innovativi.
  • DIGITALE, IMPRENDITORIALITÀ E LAVORO: sviluppo delle competenze trasversali: problem solving, pensiero laterale e capacità di apprendere.
  • CONTENUTI DIGITALI: creare le giuste condizioni, sia tecniche che di accesso, per cui i contenuti digitali passino da eccezione a regola nella scuola
  1. FORMAZIONE DEL PERSONALE: centrata sull’innovazione didattica, tenendo conto delle tecnologie digitali come sostegno per la realizzazione di nuovi paradigmi educativi e la progettazione operativa delle attività. L’obiettivo è quello di passare da una scuola della trasmissione a quella dell’apprendimento.
  2. ACCOMPAGNAMENTO: si attua attraverso la nomina di un ANIMATORE DIGITALE in ogni Istituto, la formazione interna, il coinvolgimento della comunità scolastica, la creazione di soluzioni innovative.

Piano Nazionale Scuola Digitale: documento completo.


La formazione per il PNSD 2016-2017.


Team per l’innovazione

Il Team per l’innovazione digitale, costituito da 3 docenti, ha la funzione di supportare e accompagnare l’innovazione didattica nelle istituzioni scolastiche e l’attività dell’Animatore digitale.

A queste figure si aggiungono:

  • n. 2 assistenti amministrativi;
  • n. 1 unità di personale (ATA o docente) per l’Assistenza tecnica, c.d. Presìdi di pronto soccorso tecnico.

Animatore digitale

Ogni scuola avrà un “animatore digitale”, un docente che, insieme al dirigente scolastico e al direttore amministrativo, avrà un ruolo strategico nella diffusione dell’innovazione a scuola, a partire dai contenuti di questo Piano.

Sarà formato attraverso un percorso dedicato, su tutti i temi del Piano Nazionale Scuola Digitale, per sostenerne la visione complessiva.

Sarà, per il MIUR, una figura fondamentale per l’accompagnamento del Piano Nazionale Scuola Digitale.

Per tenere alta l’attenzione sui temi dell’innovazione, nell’ambito della realizzazione delle azioni previste nel POF triennale, potrà sviluppare progettualità su tre ambiti:

 FORMAZIONE INTERNA:

fungere da stimolo alla formazione interna alla scuola sui temi del PNSD, sia organizzando laboratori formativi (ma non dovrà necessariamente essere un formatore), sia animando e coordinando la partecipazione di tutta la comunità scolastica alle altre attività formative, come ad esempio quelle organizzate attraverso gli snodi formativi;

COINVOLGIMENTO DELLA COMUNITÀ SCOLASTICA:

favorire la partecipazione e stimolare il protagonismo degli studenti nell’organizzazione di workshop e altre attività, anche strutturate, sui temi del PNSD, anche aprendo i momenti formativi alle famiglie e altri attori del territorio, per la realizzazione di una cultura digitale condivisa;

CREAZIONE DI SOLUZIONI INNOVATIVE:
 
individuare soluzioni metodologiche e tecnologiche sostenibili da
diffondere all’interno degli ambienti della scuola (es. uso di particolari strumenti per la didattica di cui la scuola si è dotata; la pratica di una metodologia comune; informazione su innovazioni esistenti in altre scuole; un laboratorio di coding per tutti gli studenti), coerenti con l’analisi dei fabbisogni della scuola stessa, anche in sinergia con attività di assistenza tecnica condotta da altre figure.

Si riportano di seguito i materiali o i link ai materiali utilizzati durante i corsi di formazione.

6 aprile 2016: Convegno introduttivo

“Il profilo dell’Animatore Digitale” – Prof. Pier Cesare Rivoltella

“Struttura e obiettivi del corso. Laboratorio d’avvio” – Prof.ssa Marzia Vacchelli

26 aprile 2016: Insegnare con le tecnologie

“Insegnare con le tecnologie. Linee di indirizzo e azioni” – Prof. Alberto Ardizzone

“Didattica e nuove tecnologie nella scuola primaria” – Prof. Stefano Bertora

10 maggio 2016:  E-Safety – sicurezza ambientale (hardware), sicurezza informatica, protezione dei materiali digitali. Analisi di casi ed esercitazione in laboratorio

“Sicurezza informatica” (Parte I) – Prof. Guido Gelatti

“Sicurezza informatica” (Parte II) – Prof. Andrea Cardilli

24 maggio 2016: Tecnologia inclusiva, gestione del sito della scuola, competenza relazionale dell’animatore digitale, cultura del feedback, debriefing.

“La competenza relazionale dell’animatore digitale” – Dott.ssa Mariella Bombardieri

10 giugno 2016: Convegno conclusivo

“Migliorare gli ambienti di apprendimento, insegnare, apprendere, valutare con la LIM” – Dott.ssa Monica Arrighini

“L’E-Portfolio dell’animatore digitale” –  Prof.ssa Marzia Vacchelli

“Micro-progettazione – Pratiche a confronto Propit, EAS, Flipped classroom” – Pier Giuseppe Rossi, Catia Giaconi

“Paradigmi pedagogici e tecnologie e-learning” – Prof. Graziano Cecchinato


Si restituiscono i risultati dell’Indagine provinciale sui Bisogni Formativi dei Docenti, con pubblicazione dei report completi.

Indagine sui Bisogni Formativi dei Docenti relativamente al PNSD